Entrata a piè pari nel 2015!


image

Eccomi. Sarà questa la mia “mission 2015”, quella che vedete qui sopra e anche la ripresa del lavoro giornalistico, idea che sta diventando così pressante da togliermi il fiato al solo pensiero di non riuscire a farlo.

Di recente ho fatto un paio di interviste e dalla programmazione alla conduzione, alla stesura mi son sentita così bene da non credere di potermi sentire di nuovo così forte.

Ma è stato un attimo: finite e inviate (in realtà in un pezzo solo), son tornata “in stasi”. Ce la farò, perché alla fine lottare è ciò che so fare meglio.

Ringrazio un caro amico e collega di un quotidiano che mi ha spronata e mi ha aiutata fino alla fine. Lui per me rappresenta “il” giornalista per definizione. Fosse stato il mio direttore, sarei ancora al mensile, pagata e spronata a fare sempre meglio. E mi sentirei orgogliosa.

Ma bando a quello che sarei potuta essere e alla via a quella che sarò! Riprenderò in mano tutta la mia esistenza e farò un mucchio di cose. Cercherò anche di cambiare, perché penso che il futuro non sia solo in mano ai giovani e ognuno di noi abbia diritto a scriversi il proprio. In qualsiasi momento della sua esistenza.

Buon futuro a tutti!

Annunci