Buon MillenovecentoNovantaDiciannove


Carissimi svevanettiani, abbiamo un anno tutto nuovo da usare dinnanzi a noi. Un anno fantastico, pieno di promesse e nuove opportunità. E siccome qui sta il meglio, come diceva una buona, vecchia, cara réclame, dobbiamo cercare di farne ottimo uso.

Io, dal canto mio, partirò all’attacco su due cose: l’ammmore (quello con tante emme) e il lavoro. Perché – diciamocelo pure – sono due componenti fondamentali che lo scorso anno si sono fatte un po’ desiderare.

E poi perché sono sempre in cerca di nuove, fantastiche, cosmiche, strategiche esperienze. Un anno, quindi, è un buon lasso di tempo per recuperare…

Vi auguro un mega nuovo anno, ma conservate le vecchie abitudini:

fate SEMPRE, COSTANTEMENTE, INCESSANTEMENTE, le bambine e i bambini kattivissimi (è bello, si va dappertutto e – alla fine – paga)

lOvE,

SVEVA

Annunci